Le vendite di cannabis sono aumentate notevolmente negli ultimi anni, ma anche la concorrenza con più coltivatori, rivenditori e altri imprenditori in lizza per una partecipazione nella "corsa verde". Allo stesso tempo, l'eccesso di offerta di marijuana e il costo di operare in questo settore altamente regolamentato stanno prendendo il sopravvento.

Qui, i dirigenti del settore prevedono le principali tendenze per il 2020.

 

La legalizzazione della cannabis sta diventando globale

La legalizzazione sta crescendo al di fuori degli Stati Uniti e i paesi che sono i primi sul mercato globale possono creare vantaggi sostenibili per se stessi nella loro base di clienti e nei loro finanziamenti. Kyle Detwiler, amministratore delegato di Foglie intelligentiun operatore internazionale con marchi, impianti di estrazione, operazioni di coltivazione e altri investimenti in sei paesi, afferma che paesi come la Colombia e il Portogallo che sono stati tra i primi a legalizzare la cannabis "sono pronti a continuare a stabilire il loro dominio globale in breve tempo".

Lo status di first mover dei paesi sarà anche una calamita per gli interessi finanziari, ha affermato. "Non c'è dubbio che l'espansione del mercato europeo della cannabis lo renderà un'interessante opportunità di investimento", ha affermato Detwiler.

La canapa, la fonte del CBD in molti prodotti non psicoattivi, si espanderà anche a livello internazionale, guidata dalla domanda del CBD. Il mercato del CBD crescerà fino a raggiungere i 2.1 miliardi di dollari di vendite al consumo entro il 2020, secondo l'Hemp Business Journal, con 450 milioni di dollari di tali vendite provenienti da fonti a base di canapa. Il Dipartimento dell'Agricoltura di Porto Rico ha già riferito che ci saranno almeno 10,000 acri di canapa coltivati ​​a fini commerciali nel 2020

 

Il mercato dei prodotti CBD maturerà

Il CBD viene aggiunto ai prodotti in tutto lo spettro della vendita al dettaglio, dal cibo al trucco, ma con pochi controlli o requisiti legali, i prodotti possono essere facilmente etichettati erroneamente o inefficaci. Detwiler, amministratore delegato di Clever Leaves, afferma che nel 2020 gli standard CBD inizieranno ad emergere in base alla domanda dei clienti. "I consumatori stanno diventando più esperti sui benefici del CBD e inizieranno a insistere per sapere esattamente per cosa stanno pagando e cosa stanno ottenendo quando acquistano 'CBD'", ha affermato Detwiller.

I consumatori "cominceranno a insistere" sugli standard CBD concorda Bill Thurman, amministratore delegato di Redbird Biosciencebird un operatore di cannabis medica e produttore di cannabis di qualità farmaceutica per i pazienti in Oklahoma.

Thurman ha affermato che le aziende aiuteranno il mercato nel suo insieme ad avere successo se aderiscono a standard di alta qualità e linee guida concordate nei test e nella produzione. Quel tipo di rigore è necessario per aumentare significativamente le dimensioni del mercato e solo conducendo "studi clinici randomizzati guidati dalla scienza, possiamo fare affidamento su dati aneddotici per supportare le affermazioni mediche", ha affermato.

Barbara Goodstein di B GRANDE  che produce articoli CBD di lusso a spettro completo si aspetta che il CBD venga aggiunto a ancora più prodotti come deodoranti, saponi per le mani, spray per la gola e spray nasali. La popolarità della categoria crea anche ulteriori rischi commerciali secondo Goodstein. "Il clamore intorno a questo spazio finirà per creare applicazioni e usi che non hanno senso, il che sfortunatamente diminuirà il valore reale del prodotto", ha affermato.

 

I veri test medici aumenteranno

Fino a quando la cannabis non sarà eliminata dall'elenco delle sostanze di Schedule One, la ricerca medica sarà difficile da intraprendere. Tuttavia, i dirigenti del settore stanno assistendo a qualche movimento nell'area. Israele è ancora leader mondiale nella ricerca globale sulla cannabis e scienziati israeliani come il chimico Raphael Mechoulam, ricercatore presso l'Università Ebraica e pioniere nella ricerca sulla cannabis, vengono assunti o ricevono borse di ricerca da organizzazioni americane.

Dr. William Levine, fondatore e direttore scientifico di CannRx una consociata di Izun Pharmaceuticals che sviluppa prodotti medici e ricreativi proprietari si aspetta che le aziende utilizzino dati migliori e studi clinici ben progettati. La sua azienda è focalizzata su una migliore "biodisponibilità" che si concentra su prodotti a basso dosaggio che possono offrire benefici simili a prodotti a dosaggio più alto, ma con meno effetti collaterali.

 

I clienti più anziani amplieranno i loro acquisti di cannabis oltre l'uso medico

Levine di CannRx prevede che ci sarà "una maggiore espansione ricreativa nelle popolazioni più anziane", poiché la qualità del prodotto e opzioni di dosaggio più controllate arriveranno sul mercato.

 

L'azione legislativa rimarrà solida

Secondo Marijuana Moment, al 16 gennaio, c'erano 975 progetti di legge relativi alla cannabis passati attraverso le legislature statali e il Congresso per le sessioni del 2020.

"Ci aspettiamo di vedere molta più attività normativa nel 2020 sia a livello statale che federale", ha affermato Thurman di Redbird Bioscience.

Ogni stato fa le sue regole. Ad esempio, per quanto riguarda l'uso di marijuana medica, alcuni stati hanno un elenco di disturbi specifici che possono giustificare una raccomandazione della sostanza (gli stati includono Florida e New Jersey). In altri stati la decisione di usare la marijuana medica è interamente tra il paziente e il medico (gli stati includono l'Oklahoma e la California).

Gli Stati avranno più modelli a cui guardare mentre sviluppano le loro leggi e probabilmente inizieranno ad adottare le migliori pratiche reciproche. I legislatori inizieranno a imparare di più dalle reciproche esperienze e ad "armonizzare" le loro normative tra loro, ha affermato Levine. Crede anche che il governo federale potrebbe fare il primo passo per legalizzare la marijuana medica.

Matt Anderson, amministratore delegato di Avanguardia scientifica, una società che fornisce risorse di servizi per l'estrazione botanica di cannabis e canapa, afferma che la discussione in corso sulla legalizzazione e la depenalizzazione continuerà a guidare la crescita del mercato.

 

Gli operatori multi-stato dovranno affrontare uno shake-out

Gestire un'attività di cannabis è costoso e gestire un'attività di cannabis in più stati quando ogni stato ha le proprie regole da rispettare rende difficile raggiungere economie di scala. La mancanza di accesso alle tradizionali fonti di capitale come il debito e il capitale si aggiunge alla sfida. Quest'anno vedrà alcuni operatori multi-stato (MSO) chiudere e vendere le loro società di componenti secondo Lewis Goldberg, managing partner di  Comunicazioni strategiche KCSALa maggior parte delle MSO sono state gestite da operatori finanziari, ha affermato Goldberg, non esperti operativi, ma "con la necessità di fornire risultati, le cose cambieranno".

 

Torna alle basi

Le aziende si stanno concentrando sui fondamentali per rimanere solvibili o per farsi interessanti obiettivi di acquisizione. Matt Hawkins, amministratore delegato di Entourage Effect Capital, una società di private equity dedicata alla cannabis che ha distribuito più di 50 milioni di dollari in 32 società, afferma che le aziende "faranno ogni sforzo per essere più efficienti". Cercheranno ancora in modo aggressivo nuove basi di clienti ed esploreranno l'innovazione, ha affermato, "ma preservare i margini sarà importante".

Jeff Fallows, presidente di The Valens Company, afferma di aspettarsi anche un netto miglioramento dei fondamentali sottostanti delle società stesse. Questo sarà un grande anno per le aziende che realizzano bene i loro piani aziendali, ha affermato. Quelle aziende “emergeranno come leader e quelle saranno quelle da tenere d'occhio nel 2020 e oltre. “